Devi attivare JavaScript sul tuo browser per visualizzare corettamente questo sito

Produrre in Italia

In collaborazione con:

Investitori Sgr

L'Italia è, dopo la Germania il Paese più manifatturiero d'Europa. Per molti settori, come la moda, il "Made in Italy" è un vantaggio competitivo che negli ultimi anni è stato messo in discussione dai bassi costi della manodopera estera. Questo ha portato ad un progressivo spostamento di produzioni con il conseguente impoverimento di molti territori.
Da alcuni anni, però assistiamo a segnali di inversione di tendenza perché da un lato premia ancora la qualità italiana, dall'altro i trend in atto legati all'ecommerce, alla sostenibilità e all'industria 4.0 premiano le catene "corte" e necessitano di competenze specialistiche che controbilanciano il semplice vantaggio di costo.

Quali sono i trend in atto nel nostro Paese?
Qual è il futuro dell'Italia manifatturiera?
Quante aziende faranno reshoring nei prossimi anni?
Che ruolo avrà il Governo nell'incentivare la produzione in Italia?




ASSISTENZA WEBINAR:
Telefono: +39 02 89011864
Skype: @Assistenza tecnica online

Relatori

Ercole Botto Poala
Ceo
Successori Reda Spa e Reda Holding
Presidente
Reda Industries

Classe 1971, dopo gli studi e l'esperienza internazionale entra in Reda, oggi giunta alla quarta generazione, e dal 2005 assume la responsabilità operativa diventando amministratore delegato del lanificio. Nei primi anni di attività, all’interno del Gruppo ha ricoperto diverse funzioni: dalla produzione al marketing, dall'ufficio stile allo sviluppo di nuovi business, tutte esperienze indispensabili per poter crescere ed apprendere il mestiere dall’interno. Fortemente legato al territorio, come i propri tessuti, crede nella necessità di un'azienda etica sempre più attenta alla qualità del prodotto, ma anche al rispetto dei rapporti umani, dell'ambiente e della tradizione, tutti elementi che hanno permesso al marchio Reda di consolidare la propria posizione all'interno del mercato diventando sinonimo di lusso e di made in Italy per eccellenza.
Oggi Ercole Botto Poala, con il supporto dei cugini Francesco, Fabrizio e Guglielmo, è il promotore di una crescita volta alla continua innovazione, ponendo sempre grande attenzione alla sostenibilità.Ercole Botto Poala è stato presidente di Milano Unica da ottobre 2015 a febbraio 2020; è Vice Presidente di Sistema Moda Italia e Confindustria Moda.

Carlo Capasa
Presidente
Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI)
Vice Presidente
Altagamma (settore Moda)

Carlo Capasa è il Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, l’Associazione che riunisce le case di moda italiane con l’obiettivo di promuovere nel mondo questo settore d’eccellenza dell’industria nazionale.
Nominato per la prima volta consigliere della Camera Nazionale della Moda nel 2010 ed eletto Presidente nel 2015, Capasa, scelto con l’obiettivo di orchestrare il rilancio dell’Associazione, ha improntato una visione strategica focalizzata su cinque pilastri: sostenibilità, digitalizzazione, formazione, promozione dei nuovi Brand, narrazione.
Sotto la sua guida, CNMI è diventata capofila mondiale tra le altre associazioni sul tema della Sostenibilità, con la pubblicazione di diversi documenti e linee guida che affrontano l’importante tema da molti aspetti.
Carlo Capasa ha inoltre dato il via alle prime tre edizioni del "International Roundtable on Sustainability", incontro internazionale rivolto ai responsabili CSR delle aziende della moda di tutto il mondo; alle prime quattro edizioni dei "Green Carpet Fashion Awards Italia" realizzate in collaborazione con Livia Firth; al primo Summit di CNMI "Crafting the Future" realizzato insieme a Bain Company e The Business of Fashion; la Mostra "Crafting the Future of Fashion, storie di Artigianalità e Innovazione" curata da Franca Sozzani; "Italiana. L'Italia vista dalla Moda. 1971 - 2001" curata da Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi; "Memos. A proposito della moda in questo millennio" a cura di Maria Luisa Frisa.
Nato a Lecce, Puglia, dopo gli studi classici si trasferisce a Milano. In questa città ha sviluppato una carriera ricca di successi partecipando, come imprenditore, al successo di importanti Brand del settore. Carlo Capasa ha ricoperto il ruolo di Amministratore Delegato di Costume National, fino a marzo 2016, quando la Maison che ha fondato con il fratello Ennio nel 1986, è stata venduta ad un Gruppo giapponese.

Stefano Ravelli
Portfolio Manager
Investitori Sgr

Laureato all'Università Cattolica di Milano. Inizia la carriera professionale nell'ambito della consulenza di direzione, in A.T. Kearney, per poi passare a quello della finanza, prima in BNP Paribas e successivamente in Insinger de Beaufort in qualità di gestore equity. Nel 2006 approda in investitori sgr occupandosi di investimenti azionari.

Marco Taisch
Professore
Politecnico di Milano

Marco Taisch è Professore Ordinario al Politecnico di Milano - Manufacturing Group dove insegna Advanced and Sustainable Manufacturing e Operations Management.
Delegato del Rettore per il Placement, è stato direttore dell'Executive MBA e dell’International MBA del MIP-School of Management del Politecnico di Milano.
È membro del Board di EFFRA (European Factories of the Future Research Association) e del board del Cluster Italiano Fabbrica Intelligente.
Siede nella Cabina di Regia del Piano Nazionale Industria 4.0 coordinato dal Ministero dell'Industria e dello Sviluppo Economico.
Ha pubblicato quattro libri e più di 130 lavori su riviste internazionali e atti di conferenze. Ha partecipato a più di 15 progetti di ricerca europei con primari centri di ricerca per un importo finanziato superiore agli 11 milioni di euro dal 2009.
Dal 2002 si è particolarmente dedicato allo studio dei trend tecnologici svolgendo per la Commissione Europea alcune roadmap tecnologiche e degli studi di Technology Foresight sul Manufacturing. E' fondatore e chairman scientifico del World Manufacturing Forum (www.worldmanufacturingforum.org), l'evento mondiale per la definizione della agenda sul manifatturiero.